Passa ai contenuti principali

RIASSUNTO!












































HASTA PRONTO...

Commenti

  1. E' commovente questo tuo reportage fotografico della tua...vostra vita "quotidiana" Carla...
    E' commovente non solo per le faccine tristi dei tuoi ragazzi, è commovente non solo per la povertà che racconta, è commovente non solo per la fatica a cui sono sottoposti!
    E' commovente perché nonostante tutto i loro volti riescono a sorridere, i loro cuori riescono a diffondere calore, i loro occhi riescono a sprigionare fiducia, i loro sguardi non tradiscono la speranza...
    Quanto abbiamo da imparare noi di questo mondo...
    E' bello vederti sorridere (sei tu vero quella insieme ai due sorridenti ragazzini?!)
    insieme a loro!
    Ciao Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Pino, finalmente posso rispondere a tutti i commenti e lo faccio con molto piacere.
      Sì, a primo impatto tutto sembra commuoverci perchè non sembrerebbe possibile percepire tanta positività in mezzo a tanta povertà. Poi ci sono miscugli di sentimenti ma soprattutto quello che fa più male è il senso di impotenza. Sembra che tutto remi contro e quando vorresti fare qualcosa di più all'improvviso cambiano le cose o mancano molte cose.
      Quella con i ragazzini sì sono proprio io e non nelle migliori condizioni ma sono davvero in un momento moto felice.
      In questo periodo fa molto caldo, si toccano anche i 45 gradi ed è molto umido e non si può dire che siamo proprio in forma.
      Ciao Pino, a presto!

      Elimina
  2. Mi sono permesso di fare un post sul mio blog per indirizzare gli amici qui al tuo...
    Se non fossi d'accordo o avessi qualcosa in contrario, ti prego di segnalarmelo e lo eliminerò immediatamente!
    Scusami se l'ho fatto prima di avere il tuo consenso, ma volevo farlo immediatamente.

    Approfitto per chiederti se ti era arrivato via mail il mio book...e se sì...se hai gradito.

    Ciao e un abbraccio ancora a tutti voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come potrei essere contraria alla tua condivisione.
      Ho ricevuto il book e l'ho anche molto gradito. Ti ringrazio moltissimo.
      Abbraccio esteso a tutti i ragazzi

      Elimina
  3. sono visi ...che dovremo ricordare quando noi ci lamentiamo per una stupidata come l'autobus in ritardo o altro .....loro con il loro niente ...sorridono....noi con tutto piangiamo.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio questo confronto che dovrebbe farci riflettere.
      Qui si percepisce gioia in tutti gli angoli nonostante il "niente".
      A proposito di Bus, qui esistono e sono le famose "rute" ma non è che tutti se la possono permettere perchè costano 4 cordoba l'equivalente di circa 10 centesimi di euro. Io riesco anche a prendere il taxi (dovrò fare un post che parli di questi taxi e di queste ...... rute) che costa 14 cordoba l'equivalente di circa 50 centesimi di euro.
      In verità si cammina cammina cammina....... tantissimo
      Ciao
      A presto!

      Elimina
  4. la foto del bimbo arrampicato sull'albero è impagabile e deve dare forza e speranza a tutti..
    sono contenta di vederti, e soprattutto di vedere che sorridi nonostante il viso stanco!
    ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel bimbo è davvero meraviglioso e sempre allegro nonostante debba svolgere dei compiti molto faticosi per la sua famiglia.
      Sì, sono molto stanca ma non per le lunghe camminate che faccio, il caldo è il mio peggior nemico.
      Ciao Chiara e un abbraccio anche a te

      Elimina
  5. Semplicemente commoventi, tutte le foto e tutti i bambini.
    Pino ha bene descritto la poesia di quegli occhi sorridenti... nonostante tutto.
    Ciao e un baci♥ a tutti e a ciascuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto contenta che queste poche foto (sì perchè ne ho tantissime) abbiamo mosso la commozione.
      Passo il bacio a tutti e a ciascuno ...... lo prometto!
      A presto!

      Elimina
  6. Ciao Carla, quanto tempo! Come va? Hai realizzato un post davvero commuovente, quei bambini parlano direttamente al cuore.
    Vedo che il tuo sguardo è brillante e questo mi rasserena.
    Un bacio, Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, tanto tempo, ho trascurato molto il mio adorato computer perchè mi sto dedicando molto di più al territorio e molto di più a stare con le ragazze poichè fra un mesetto ci trasferiremo e quindi qui si deve lasciar tutto a posto e si vorrebbe che il lavoro fatto passi ad altre mani in modo ordinato. Ma soprattutto voglio stare con le persone di qui e cercare di imprimere bene nel mio cuore i loro volti e le loro vite.
      Quando tornerò in Italia ti racconterò molte cose.
      Un forte abbraccio cara Antonella.

      Elimina
    2. Carla, ti penso sempre e vorrei leggerti ogni giorno ma mi rendo conto della mole di importante lavoro che stai svolgendo lì, penso anche di scriverti su skype e poi mi viene in mente che non sempre avete le connessioni.
      Mi manchi tantissimo, spero che al tuo rientro in Italia avremo modo di incontrarci e chiacchierare.

      Un grande abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  7. Ciao carla complimenti e grazie per questo bel reportage, fa riflettere molto, la cosa piu' bella e'appunto il loro sorriso, abbiamo tanto da imparare, invece di andare tanto avanti dovremmo tornare un po' indietro, ciao grazie buona giornata rosa.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Rosa, qui praticamente siamo sommersi di sorrisi e di tante tante storie che paradossalmente ci danno tanta forza e soprattutto ci fanno capire quali sono le cose davvero importanti nella vita di ognuno di noi.
      Grazie dei tuoi complimenti.
      A presto!

      Elimina
  8. Ciao,
    questo post è spettacolare, un pò fa star mele e stringere il cuore.
    Trovo triste vedere come certi bambini devono cavarsela per andare avanti, essere grandi nell'età del gioco e apprezzare come qualcosa di bello la ruota di una bici, mentre da noi i bambini hanno tutto, anzi troppo. Però vedere il loro sorriso è stupendo, sono bellissimi e credo sia davvero un onore stare con loro. Abbraccia tutti da parte mia
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quasi tutti i bambini qui devono cavarsela per andare avanti e le situazioni famigliari sono anche molto difficili. Un bastone, una ruota, un frutto, un sacchetto, possono diventare fantastici giochi. Certo che qui i bimbi non hanno play station, computer.......... nemmeno a pensarci. Sai cosa apprezzano molto? I libri, se riescono ad ottenerne uno lo conservano con molta gelosia, se lo portano con se anche quando dormono per paura che qualcuno glielo rubi. Anche questo è molto commovente.
      Un forte abbraccio Audrey!

      Elimina
  9. Ciao Carla, grazie per questo post commovente e nello stesso tempo allegro perché in quella povertà c'è il sorriso, felicità, e gioia nei loro cuori, e noi, io per primo, ci lamentiamo, dell'abbondanza che abbiamo.
    Un forte abbraccio

    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un classico che nel nostro mondo ci si lamenti di ciò che abbiamo ma in fin dei conti credo che la normalità stia anche in questo. Infatti non è normale vedere bimbi che non hanno nulla e che devono provvedere lo stretto necessario per la sopravvivenza e per la propria famiglia.
      Certo nel nostro mondo c'è troppo spreco e molti capricci, l'intero mondo è squilibrato e dargli un equilibrio sembra impossibile ma essere felici con poco questo sì da molta felicità.
      A presto Tiziano!

      Elimina
  10. Foto di vita vissuta che esprimono gioia di vivere, nonostante tutto.
    Bambini con niente che sorridono, e sanno accontentarsi di pochissimo, pur assumendosi responsabilità non adatte alla loro età.

    Complimenti Carla per la tua scelta di vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui di gioia di vivere e voglia di vivere ce n'è da vendere, almeno si potessere vendere.........
      Grazie per i complimenti, non è stato facile dare una volta decisa alla mia vita ma alla fine l'ho fatto ed ora ho molto meno di prima ma ho quello che voglio.
      Ciao e a presto!

      Elimina
  11. Il meraviglioso sorriso di questi bambini c'insegna che dobbiamo imparare ad avere un cuore povero… essi ci guidano all’essenziale, perchè è solo così che si può vivere sereni e colmi di ricchezza interiore.
    Un abbraccio a te Carla, e a tutti i meravigliosi bambini che hai accanto, ti ammiro per ciò che fai e per la persona meravigliosa che sei, perchè solo un'anima nobile e bella può fare certe scelte di vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppi troppi troppi complimenti, io non sono così o almeno non mi sento così.
      Alla fine sono un po' egoista perchè sto facendo quello che mi piace....
      E' vero, qui non c'è alcuna comodità e a volte sembra che tutto ci venga contro e non incontro ma quando mi alzo alla mattina mi dico che sono una delle persone più fortunate della terra, sono esattamente dove voglio essere e con le persone con cui voglio stare. La vita mi ha tolto tantissimo ma ora mi sto prendendo il buono che mi sta dando.
      Un caro abbraccio Betty.

      Elimina
  12. Ho raccolto l'invito di Pino e sono approdato qui, su questo blog che propone la cruda realtà di un mondo fatto di fatica e stenti, ma fatto pure di partecipazione e solidarietà, qualità che aiutano a ridare il sorriso e un briciolo di speranza a chi non ne ha.
    Vorrei dire alla titolare di questo blog che solitamente sono le persone "normali" ad occuparsi dei diseredati, quelle celebri o in carriera sono distratte dai propri obiettivi e, seppure fanno della beneficenza, costa loro molto poco; dunque ben venga la "normalità" di cui ella parla nel suo profilo.
    Un cordiale saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ho riscontrato che poi alla fine non è proprio così semplice essere "normali" ma continuo ad esserlo.
      Troppo tempo anch'io sono stata distratta dai miei obiettivi che poi non erano davvero i "miei" obiettivi ma quelli di altri. Una cosa è certa: ora ho preso la mia vita nelle mie mani e cerco, in questo minuscolo angolino di blog, di raccontarla.
      Un cordiale saluto Guard. del Faro (dà un senso di pace questo nome)

      Elimina
  13. Carissima e dolce Carla, non passavo a trovarti da un po' e adesso ti ritrovo in tutta la tua energia, entusiasmo e voglia di raccontare con immagini e emozioni di un progetto grandioso!Benritrovata!
    un bacione e continua così!

    RispondiElimina
  14. Bentornata dunque.....
    in realtà anch'io non posso dedicarmi molto spesso al mio blog e sono alquanto latitante.
    Spero di riprendermi il mio tempo anche in mezzo a tante cose da fare.
    A presto Federica!

    RispondiElimina
  15. Ciao Carla, scusa se la volta scorsa non ho commentato in questo post, ma ero di fretta e vlevo solo farti sapere che ti seguo sempre. Cosa dire, dopo queste foto? Sei meravigliosa per tutto quello che fai. Buona settimana.

    RispondiElimina

Posta un commento

*INFORMO CHE TUTTI I COMMENTI ANONIMI VERRANNO RIMOSSI.*

****************************************************
GRAZIE A CHI SI IDENTIFICA E SI FIRMA!
****************************************************

Copyright © 2016
L'autore si riserva in ogni momento il diritto di modificare o eliminare le informazioni ivi contenute.
Per ogni immagine, fotografia e testo, presenti nel blog, che non appartengono all'autore del blog ilcastdellanostravita.blogspot.it, sarà dovutamente specificata la fonte.


Post popolari in questo blog

L'ho visto, l'ho rivisto e mi ha fatta stare bene 



Dal canale di William Wei

Tiziano Terzani

Domande: Quale? Perchè?

Grazie ragazzi dei commenti al post precedente  ma mi piacerebbe sapere, per pura curiosità (personalissima), qual'è l'opera delle "Tre Grazie " che vi è piaciuta di più? E perchè? O magari vi piace un'altra opera (sempre le Tre Grazie) che non ho postato?

carlafamily